×

RACCONTACI LA TUA STORIA

VISITA LA PAGINA FACEBOOK

Facebook Viverlatutta
un attesa finita

Non so perchè ma me l'aspettavo. Ogni volta che sentivo dire di qualcuno ammalato di cancro pensavo, prima o poi tocca a me. Puntualmente il bastardo è arrivato, screening colon positivo, accertamenti di routine, intervento con asportazione di 20 cm di colon, linfonodi non contaminati per cui si passa ad una chemio preventiva per stare tranquilli. Dopo un anno di relativa tranquilltà, doccia fredda: metastasi polmonari. Inizio chemioterapia con artiglieria pesante, sono al 13 ciclo e sto male, non so quanti ne dovrò ancora fare ma dubito di farcela fisicamente. Ci sono momenti in cui spero di strappare al bastardo qualche anno di vita, altri in cui mi rendo conto che la mia morte è vicina, ma non è tanto quella che mi preoccupa (o forse sì e non voglio ammeterlo), ma la sofferenza che mi aspetta. La mia malattia al quarto stadio non lascia speranze, per ora il bastardo si è fermato ma sono certa che sta già pregustando il ritorno. La mia storia non parla di coraggio ma di paura, tanta. Ammiro molto coloro che affrontano il male con forza, io non ci riesco. Scusatemi tutti.

COMMENTA LA STORIA

Per accedere a questa funzione è necessario essere registrati e superare la login